Il progetto '2021:SI' nasce il 20 ottobre 2015. Quel giorno, dopo essermi svegliato all'alba e aver ammirato il sole sorgere su Genova dalla sommità del Forte Diamante, sono ritornato nella 'civiltà'.

Dopo aver percorso, passo dopo passo, tutta la cresta dei forti genovesi, ed essere sceso fino al mare, ho lasciato le montagne che per oltre quattro mesi sono state la mia casa. Quel giorno ho terminato di percorrere  l’intero arco alpino, da Vienna a Genova.

In quegli ultimi  passi, scendendo, emozioni strane si mischiavano assieme. 'Solo ALPS Project', da Vienna a Genova a piedi, stava volgendo al termine. Due punti agli estremi dell'arco alpino erano stati uniti da oltre 2500km di sentiero, deciso di giorno in giorno. Contemporaneamente, però i miei scarponi stavano abbandonando una linea che sembrava già tracciata: scendevano a valle, lasciandosi alle spalle un'Appennino che solo pochi giorni prima avevano scoperto.

L'idea di andare oltre e proseguire era già venuta a qualcun'altro che, anni prima, aveva tracciato il Sentiero Italia: Riccardo Carnovalini.

Carnovalini racconta così nel 1981: «l’Italia avrebbe dovuto dotarsi di un percorso escursionistico. Un sentiero che ne percorresse tutte le montagne e proseguisse in Europa, che all’epoca già contava su diversi percorsi escursionisti di lunga percorrenza». Idea che nel 1991 prende forma, portando al Camminaitalia del 1995.

Nessuno ancora aveva percorso per intero e in maniera continuativa il Sentiero Italia, e la voglia di essere io per primo a percorrerlo era tanta.

Negli anni successivi, però tanti avvenimenti. Lorenzo Franco Santin, al secondo tentativo, lo percorre per primo nel 2017. Nel 2019 partono altri tre ragazzi, Yuri, Sara e Giacomo, che sostenuti da un gran numero di altre persone, stanno percorrendo il Sentiero Italia con il progetto 'Và Sentiero'.

Se gli anni dispari sono quelli buoni, quindi, nel 2021 toccherà a me.

La mia idea è quella di percorrerlo tutto, con lo stile che più mi piace per vivere al massimo ogni istante del viaggio: la totale autonomia, quindi portandomi a spalla tutto ciò che mi servirà durante il viaggio. Dal dormire al mangiare, passando per la generazione di corrente elettrica.

Il Sentiero Italia è suddiviso in oltre 400 tappe, che uniscono la Sardegna alla Sicilia, per poi risalire lungo l'Appennino e continuare sull'arco alpino fino a Trieste. Lo percorrerò per intero, senza l'utilizzo di mezzi di trasporto (sto studiando su come andare dalla sardegna alla sicilia...), e speriamo che l'ospitalità della gente mi faccia scoprire le bellezze di ogni luogo e, perchè no, mi faccia risparmiare una nottata al freddo a favore si un posticino più caldo.

Come è stato per SoloALPS Project, l’essenzialità e la sensibilità verso la natura saranno i miei principali compagni di viaggio. Sarà un’occasione unica per riscoprire la nostra appartenenza come parte integrante della natura.

I miei fissi compagni di viaggio saranno gli scarponi e uno zaino con dentro l’essenziale, ma soprattutto la natura, i paesaggi, le difficoltà e le bellezze che incontrerò lungo il cammino.
Con oltre 7000km (comprese le varianti) il Sentiero Italia è uno dei percorsi escursionistici più lunghi del mondo.

Ultimi scritti dalle Terre Alte



09Mag 2020

Trekking in autonomia: avete mai pensato al fornello ad alcool?

Elia Origoni, appassionato di montagna ed esperto, recensisce il fornello ad alcool, utile nelle uscite di più giorni pe ...

30Apr 2020

Solo ALPS Project

Zaino pesante, scarpone ben stretto, io e le Alpi. Non c’è fretta, il tempo è il dono più bello della natura, con il sol ...

13Apr 2020

Fuori traccia

Sulla soglia, metto gli scarponi ai piedi e la mia mente fantastica come se fossi già sui monti. Non resta che partire. ...

13Apr 2020

La nascita di SI:2021

Il progetto '2021:SI' nasce il 20 ottobre 2015. Quel giorno, dopo essermi svegliato all'alba e aver ammirato il sole sor ...

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Comment

Name

Email

Url